sabato, ottobre 29, 2005

Per Charitàs!

La Charitas ogni anno presenta un dossier in cui vanta le proprie generosità, invitando, dito puntato e sguardo serafico, tutti a fare come loro.
La Charitas di immigrati ne ha fatti entrare qualche milione, in Italia.
Tempo fa il mio parroco dal pulpito ha detto: "bisogna ospitare chi ha bisogno, come ha fatto il santo che ha diviso il suo pane col lebbroso".
Ecco, appunto ho pensato, il suo pane, mica quello degli altri. Ve lo immaginate un santo che entra a casa di un disgraziato e fa sedere il lebbroso alla sua tavola: "siedi caro, che il signore è una brava persona. Ci vediamo per il caffè"? Questa è la Charitas.
Andrebbe loro spiegato che offrire il pane altrui non è cristiano, tantopiù che gli altri, spesso non ne hanno abbastanza.

Ma è inutile, quando si tratta di importare manodopera, nessuno ragiona più. Sicchè i preti oggi mercanteggiano su tutto, fuorchè sull'immigrazione.
"Non ci vieni a messa? Oh, avrai sicuramente una buona ragione. Non preghi figliolo? Fa nulla. Hai peccato? Beh vabè dio è buono.
Gli immigrati? Ah no! Porca puttana, quelli te li becchi e zitto, lo ha detto la bibbia!".

Generosità blasfema e pelosa. Meno male che li conosciamo, alcuni di questi campioni di generosità.
Prima trasformano le canoniche in stalle, poi le parrocchie in fabbriche e infine, prodigio di giustizia (divina) commutativa, una mattina si ritrovano con la Mercedes.
Miracolo!

2 commenti:

Andrea ha detto...

un po' a senso unico e ingiusto quanto scrivi..qualche prete col pallino dell'accoglienza ad oltranza c'è, ma nella maggioranza dei casi l'invito è a guardare i nostri sprechi (mica pochi..) e giudicare se non si possa condividere qualcosa con altri. La Caritas si fa carico di presenze che comunque ci sono, non le produce. e la maggioranza dei preti gira con la uno o la punto, da un'occhiata in giro..

Masafuni ha detto...

1) infatti parlavo di alcuni preti.

2) sono d'accordo sulla questione degli sprechi. Ma se è roba che avanza non vedo dov'è la carità; casomai è una razionalizzazione.

3) non sono d'accordo su chi produce cosa. La Charitas partecipa alla produzione di una immigrazione eccessiva.

4) ti ringrazio per aver compreso che non sono razzista.